Sticky
26 Nov 2018

Comunicato della Giunta sulla recente aggressione in carcere.

Camera Penale di Lecce “Francesco Salvi”

E’ noto che nei giorni scorsi, presso il Carcere di Lecce, si è verificato un increscioso episodio che ha visto involontari protagonisti il Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Lecce, Dott. D’Ambrosio, il Cancelliere, un Collega Avvocato ed Agenti di Polizia Penitenziaria, i quali, tutti, sono stati aggrediti da persona nei cui confronti si procedeva per la convalida dell’arresto.

Trattasi di un fatto assolutamente fuori dall’ordinario che costringe tutti gli operatori del settore – Magistrati, Avvocati, Polizia Penitenziaria e Organi Direttivi del Carcere – a riflettere sulle condizioni di sicurezza in cui si opera all’interno delle carceri, compreso quello di Lecce.

Per quanto l’aggressione verificatasi possa ritenersi in astratto inattesa, non possono sottacersi le condizioni in cui si svolge l’udienza di convalida, nella quale, normalmente, si ritiene sufficiente la presenza di un agente collocato a debita distanza rispetto alla postazione dei necessari protagonisti della stessa.

E’ un protocollo che deve necessariamente essere rivisto -soprattutto con riferimento alle udienze di convalida, ove,  fisiologicamente, compaiono indagati rispetto ai quali non si hanno ancora dettagliate conoscenze sulla loro pericolosità, ma il rischio è anche connaturato a tutte le udienze con detenuti che si svolgono nelle stanze dei G.I.P., nelle quali l’arrestato è posto a strettissimo contatto con gli Avvocati- al fine di prevenire e disincentivare atteggiamenti pericolosi e deplorevoli come quello verificatosi in danno del Magistrato e degli altri soggetti interessati.

Le misure di prevenzione attuabili per limitare il rischio aggressione sono prevalentemente di tipo strutturale e di tipo organizzativo, quali, ad esempio, quella di

  1. eliminare, per quanto possibile, oggetti o attrezzature che possono essere utilizzate come corpi contundenti;
  2. mantenere il soggetto in vinculis a debita distanza dal Giudice e dai suoi collaboratori;
  3. assicurare la presenza nel locale in cui si svolge l’adempimento procedimentale di un adeguato numero di Agenti che possano intervenire in caso di necessità, anche in termini di vicinanza fisica all’arrestato.

La Camera Penale Leccese, pertanto, manifesta vicinanza e solidarietà nei confronti del Dott. D’Ambrosio, del Cancelliere, del Collega e di tutti gli involontari protagonisti del menzionato episodio, da condannare con la massima fermezza, con l’auspicio che -a seguito di un necessario e più volte sollecitato intervento legislativo in termini di potenziamento del personale di Polizia Penitenziaria, nonché di una più efficace applicazione delle misure di sicurezza in ogni occasione in cui è richiesto l’intervento dell’Avvocato o del Magistrato- simili evenienze non si ripetano, e che tutti gli operatori del diritto possano esercitare le proprie funzioni serenamente, superando la attuale condizione di precarietà e disagio.

Lecce, 26.11.2018

La Giunta

della Camera Penale di Lecce

 

Sticky
12 Giu 2018

Astensione dalle udienze per i giorni 25-27 giugno 2018.

L’Unione delle Camere Penali proclama l’astensione dalle udienze e da ogni attività giudiziaria nel settore penale nei giorni 25, 26 e 27 giugno 2018, fissando in Bari per il giorno 26 giugno 2018 una manifestazione nazionale al fine di segnalare la gravità della situazione nella quale versano gli uffici giudiziari baresi, di denunciarne le responsabilità politiche ed amministrative, e di contrastare le iniziative del Governo contrarie agli interessi della giustizia e dell’avvocatura, come da delibera appresso allegata.

Delibera_63-2018_Delibera_astensione_25-27_giugno_2018

 

Sticky
03 Mar 2018

CORSO AVANZATO IN DIRITTO PENALE EUROPEO

Gentili colleghi,

sono lieto di annunciarVi l’iniziativa di alta formazione aggiornamento organizzata dall’Unione delle Camere Penali Italiane con la propria Scuola Nazionale e con l’Osservatorio Europa, d’intesa con la Camera Penale di Bologna e l’Alma Mater Studiorum-Università di Bologna.

Il CORSO AVANZATO IN DIRITTO PENALE EUROPEO

è rivolto a tutti gli avvocati, anche ai non iscritti alla Camera Penale, che intendano approfondire i temi delle intersezioni tra le fonti sovranazionali ed il diritto penale interno. Si propone di riprendere ed analizzare, nelle loro varie declinazioni, le fattispecie più problematiche alla luce della recente casistica giurisprudenziale, al fine di fornire gli strumenti metodologici e pratici per una difesa consapevole ed efficace.

La Camera Penale di Lecce ha accolto con grande favore l’iniziativa di formazione e permetterà ai corsisti di seguire in videoconferenza gli incontri, che si terranno frontalmente presso il dipartimento di scienze giuridiche di Bologna, previo pagamento della quota di iscrizione ed il raggiungimento di un numero minimo di 10 iscritti.

Per informazioni riguardanti il corso contattare:

Avv. Silvio Verri al num. 339-8587526; Avv. Mario Ciardo al num. 333-2009369

Il tutto come da bando di seguito allegato.

Bando-Corso-Europa-2018-versione-MINOR-

Il Presidente Avv. Silvio Verri

Sticky
24 Feb 2018

Astensione dalle udienze per i giorni 13 e 14 marzo 2018

Gentili Colleghi,

con Delibera n.53/2018, la Giunta dell’Unione Camere Penali Italiane ha proclamato l’astensione dalle udienze e da ogni altra attività nel settore penale per i giorni 13 e 14 marzo 2018, come forma di contrasto alle scelte del Governo, nonchè di stimolo alla politica affinchè venga data attuazione alla riforma dell’Ordinamento Penitenziario.

Delibera-53—2018-Astensione-13—14-marzo-2018

29 Mag 2017

Camere Penali Italiane-Raccolta firme per proposta di Legge Costituzionale sulla separazione delle carriere dei Magistrati

La Camera Penale di Lecce ” Francesco Salvi”, condividendo l’iniziativa dell’Unione Camere Penali Italiane con la quale è stato costituito un comitato promotore per la proposta di Legge Costituzionale di iniziativa popolare (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale-Serie Generale- n.93 del 21.04.2017 con il titolo “Norme per l’attuazione della separazione delle carriere giudicante e requirente della magistratura”), rende noto che la prima raccolta di firme, innanzi ad Autenticatore abilitato, è stata fissata per il 30.05.2017, dalle ore 9,30 alle ore 12,30, all’ingresso del Tribunale Civile di via Brenta e per il 6.6.2017, stesso orario, nella parte retrostante il Tribunale Penale di via Stampacchia.
Si rammenta che potranno aderire tutti i cittadini residenti nella Provincia di Lecce previa esibizione di idoneo documento d’identità.

La Camera Penale di Lecce

08 Mag 2017

Circolazione stradale – Comportamento nei confronti dei pedoni

Il conducente del veicolo, all’avvistamento di un pedone, ha il dovere di porre attenzione anche per la prevenzione di eventuali comportamenti irregolari dello stesso pedone, che sono idonei a escludere il nesso di causalità solo quando configurino, in considerazione delle caratteristiche presentate, una vera e propria causa eccezionale, atipica, non prevista né prevedibile, che sia stata da sola sufficiente a produrre l’evento (art. 41, comma 2, c.p.).

Cassazione penale, sez. IV, 30/09/2016 (ud. 30/09/2016, dep.19/10/2016), n. 44325