La presentazione di una richiesta di risarcimento per un sinistro mai accaduto perchè basato su un modulo di constatazione amichevole di incidente falso costituisce il reato di cui all’art. 642 c.p., ossia un delitto a consumazione anticipata che si esaurisce con la denuncia del falso sinistro prescindendosi dalla effettiva riscossione dell’indennizzo assicurativo.

Cassazione penale, sez. II, 31/05/2016 (ud. 31/05/2016, dep.12/10/2016), n. 43095