Il conducente del veicolo, all’avvistamento di un pedone, ha il dovere di porre attenzione anche per la prevenzione di eventuali comportamenti irregolari dello stesso pedone, che sono idonei a escludere il nesso di causalità solo quando configurino, in considerazione delle caratteristiche presentate, una vera e propria causa eccezionale, atipica, non prevista né prevedibile, che sia stata da sola sufficiente a produrre l’evento (art. 41, comma 2, c.p.).

Cassazione penale, sez. IV, 30/09/2016 (ud. 30/09/2016, dep.19/10/2016), n. 44325

Circolazione stradale – Comportamento nei confronti dei pedoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *